E poi come foglie (addio)

Cronache interrotte.

Sguardi indiscreti.

Dicesti per mano.

E io raccolsi i tuoi baci.

Era ieri?

Schegge nel respiro, adesso.

Baci infranti, frammenti di uomo e di donna.

Percezioni,

intuiti intrecciati a foglie di acanto e all’idea candida della luna.

Ai suoi sospiri.

Sangue di luna impura, io sono questo.

L’orrore candido della verità.

Ho vene sincere.

Nessun altrove?

Nessuna parola.

Nessuna gelosia.

Nessun limite.

Era un sogno.

Sì,

nessun altrove.

Come è giusto che sia.

Poca rabbia.

Nessun rancore.

Con i palmi sporchi di dolore.

Questa è la casa silenziosa delle parole sbagliate,

delle emozioni sbagliate,

in cui una donna sbagliata si è incastrata nel vento e nel suo profumo.

Bocca e mani nel vento, come radici segrete.

Nessuna favola.

Questa volta resterò immobile.

E lo sentirò fuori e dentro quel vento.

Lascerò che l’acqua e il fuoco facciamo il loro corso.

Distruggano i fiori sui miei polsi.

Io sono e resto terra.

Carne inesatta.

Puoi tenere appena in un pugno il buono di me.

Il resto distruggilo.

Non esistere, e non essere esistita, sarebbe stato un dono, un dono vero, raro.

E adesso vorrei solo mordere un tenero oblio.

Come una stella innocente, una stella con il cuore.

Adesso lo so, anche io ho un cuore.

E mi sono sentita immensamente forte fino all’istante prima.

Nessuna altra parola scalza.

La tenda si chiude, niente da osservare, spettatori incauti, capaci di lasciare orme indegne.

Sulla intimità.

Quella più preziosa.

Ma forse non avevate gli occhi per farlo.

Ci vuole coraggio per guardare la vita, tanto, tantissimo.

E se si chiudono gli occhi, all’improvviso, si resta capaci di sognare ancora.

Quasi prigionieri dei propri sogni.

Lontani, vicini.

Che conta?

Era tutto dannatamente vero, nel bene e nel male.

Voglio rinascere bugiarda, come questa luna che cresce, nutrita dal mio sangue sbagliato.

Più di tutto il resto.

Dimenticavo, questa è l’ultima foglia.

Dove potrai ritrovarmi se un giorno ti capitasse di ricorderai mai di me.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s